Colchicchio. Molto velenoso


Attenzione

colchicchio

Pianta erbacea che fiorisce preannunciando l'autunno, con fiori di breve durata, fragili, formati da un lungo tubo diviso superiormente in 6 lobi di color lilla-porpora. In primavera appare e matura il frutto e si sviluppano le foglie, larghe, lanceolate e lunghe.
Il frutto è una capsula che contiene numerosi semi globosi e zigrinati.
La pianta è perenne ed è provvista di un bulbo sferico piriforme, ricoperto esternamente da una tunica bruna (rosato per il lampascione).
Cresce immerso profondamente nel terreno.
Lo si trova nei prati falciati e nelle zone erbose umide dal piano fino a 2100 metri di altitudine.
Fiorisce sul finire dell’autunno (il lampascione a febbraio / marzo / aprile).
Foglie e frutti appariranno solo la primavera successiva.

Il Colchico ha il bulbo allungato color bruno e internamente è bianco. Appena due centesimi di grammo di colchicina sono mortali. Per questo motivo non bisogna mai portare i fiori vicino alla bocca o giocare con piante sconosciute.

Tutta la pianta è velenosissima

colchicchio

Nel fiore non si distinguono calice e corolla ma si ha un unico involucro detto perigonio, incolore nella parte inferiore, di colore roseo in quella superiore.
Il numero di stami sono 6 (vedi foto al lato) e fiorisce in autunno.
Tutte le specie di colchico contengono colchicina, una sostanza fortemente velenosa.

Muscari, Muscarino, Muscaria comosa, Lambascione, Pampascione, Cipollaccio, Cipolla canina, Cipolla selvatica, Giacinto delle vigne, Cipudazzu, Cevoddine, Scigolla, Purassa, Cipudda, Copollaccio dal fiocco, Cipullizza, Pampasciolo, credulone, ingenuo, scemo.

  1. Pagina 1

  2. Pagina 2

  3. Pagina 3

  4. Pagina 4

  5. Pagina 5

  6. Pagina 6

  7. Pagina 7

  8. Pagina 8

  9. Pagina 9 - Come coltivarli

  10. Ricette

  11. Foto

  12. Colchicchio

Ristorante "Il Lampascione"

  • Ristorante Il Lampascione

    Le ricette

    Antiche e nuove ricette a base di lampascioni.

    Continua ...